A cura dell’ufficio stampa

Dati positivi sulle immatricolazioni all’Università di Bologna, soprattutto nelle sedi romagnole. I numeri dicono questo: il Campus di Bologna cresce del 3,4%, mentre Forlì del 12,8%, Ravenna del 5,3% e Rimini del 2,7%. In lieve calo le solo le immatricolazioni nel Campus di Cesena (-1,7%). Da registrare in particolare la crescita delle lauree magistrali a Ravenna (+21,3%), a Forlì (+15,8%) e a Rimini (+10,7%), mentre le triennali crescono in particolare a Forlì (+11,3%).

“Sono numeri che confermano la bontà della scelta del decentramento universitario romagnolo e che ci dicono che l’Alma Mater fa bene a rimettere al centro del proprio progetto di sviluppo le sedi decentrate – commenta il parlamentare Marco Di Maio. Fa ben sperare per il futuro la scelta del nuovo magnifico rettore, Francesco Ubertini, di tenere per sè la delega alla Romagna perchè oltre all’investimento sui muri dei campus, abbiamo bisogno di investimenti che aumentino ancor di più la qualità della didattica e di invertire definitivamente la rotta rispetto al ritorno all’accentramento su Bologna vissuto negli ultimi anni. Se qualcuno aveva dubbi sulla validità della scelta romagnola e sull’opportunità di investire sulle nostre sedi, ora sono definitivamente fugati”