A cura dell’ufficio stampa
È cominciato ieri il mandato del nuovo rettore dell’Università di Bologna, Francesco Ubertini. “Un mandato che comincia sotto i migliori auspici e con due buone notizie, tra le tante, per la Romagna – commenta il parlamentare romagnolo Marco Di Maio -. La prima: la delega alle sedi romagnole sarà in capo direttamente al Magnifico che quindi sarà nostro interlocutore privilegiato. La seconda: tra i prorettori ci sono anche il “nostri” romagnoli Enrico Sangiorgi (con delega alla didattica) e Paola Salomoni (tecnologie digitali). Un inizio positivo, che conferma l’ottima impressione che avevo avuto di Ubertini fin dal primo incontro avuto con lui”.
“Apprezzo molto l’impegno assunto sul fronte dell’aiuto agli studenti che hanno condizioni economiche svantaggiate – aggiunge Marco Di Maio – così come lo stimolo dato al Governo a fare di più sul diritto allo studio. La sede opportuna per fare questo intervento sarà la legge di riordino del sistema universitario che è in gestazione”.
“Sul fronte romagnolo le priorità indicate  sono quelle che condividiamo – sottolinea il parlamentare romagnolo – ovvero completare i cantieri, ma soprattutto rilanciare la didattica. Su questo punto ci sono le condizioni per lavorare assieme a studenti, docenti, istituzioni locali ed enti di sostegno a un progetto comune che porti riporti Romagna una presenza significativa e unica dell’Alma Mater. Il fatto che il rettore abbia tenuto per se la delega alla Romagna è un fatto che ci fa ben sperare”.