Di seguito la dichiarazione che ho rilasciato domenica 28 aprile dopo la sparatoria avvenuta davanti a palazzo Chigi a Roma, mentre al Quirinale giurava il nuovo governo.

Massima fermezza e piena fiducia nelle istituzioni: così bisogna reagire di fronte all’attentato avvenuto contro due carabinieri in piazza Colonna, tra palazzo Chigi (sede del Governo) e il palazzo di Montecitorio (sede della Camera dei deputati). Non c’è alcuna giustificazione possibile per un atto di questo tipo.

Un episodio dall’indubbio valore simbolico, sia per le vittime (fortunatamente pare fuori pericolo di vita) di questo gesto scellerato, sie per il luogo in cui si è verificato (di fronte a due delle principali istituzioni della nostra Repubblica), sia per il momento in cui è avvenuto (durante il giuramento del nuovo Governo al Quirinale).

Occorre uno sforzo comune, e mi auguro trasversale, di tutte le forze parlamentari nel condannare quanto avvenuto : esprimo la massima solidarietà possibile ai carabinieri feriti e la più totale vicinanza all’intera Arma dei carabinieri, baluardo della sicurezza pubblica e delle istituzioni dello Stato.