Arrivano risorse fresche per le strade provinciali. Si tratta di 40 milioni di euro che dal 2022 al 2029 saranno a disposizione delle tre province romagnole, per interventi di manutenzione, messa in sicurezza, adeguamento.

Una boccata d’ossigeno per i bilanci e per gli investimenti locali, reso possibile grazie all’intervento del Governo che ha messo a punto un piano da complessivi 1 miliardo e 700 milioni di euro da investire sulle strade provinciali fino al 2029 e al lavoro che abbiamo svolto con la regia della collega Raffaella Paita.

E’ un fatto straordinariamente positivo che si garantiscano questi finanziamenti, con una programmazione pluriennale che dà certezze agli enti locali così da poter prevedere un piano di interventi spalmato su più anni e aggiuntivo alle risorse già a disposizione dei singoli enti o provenienti dalle Regioni.

Non è lo Stato a decidere quali saranno gli interventi da finanziarie, ma sono i singoli territori provinciali a determinare le priorità: il nostro compito, del resto, era mettere nelle condizioni le autonomie locali di avere soldi da investire su una rete viaria che più di altre ha bisogno di interventi di manutenzione.

Continueremo a batterci per portare altri e ulteriori investimenti sul territorio, pronti a lavorare in squadra con tutte le istituzioni e a prescindere dalle appartenenze politiche; perché quando si fa parte di un’istituzione e si rappresenta un territorio, si deve lavorare così.