“La nubi sul destino dell’azienda “Alpi” di Modigliana destano fortissima preoccupazione, soprattutto per il destino dei lavoratori, delle loro famiglie e della comunità della Valle del Tramazzo”. Anche il deputato forlivese Marco Di Maio si attiva per sostenere il mantenimento dei posti di lavoro e della produzione nello stabilimento dell’azienda modiglianese, come molte altre colpite dalla crisi economica. Nel caso della “Alpi”, però, si tratta di una crisi con un valore ancora più complessa, perchè rappresenta il cuore pulsante dell’economia e dell’occupazione a Modigliana, a Tredozio (da cui provengono alcune decine di lavoratori) e Marradi, sia per i dipendenti diretti che per per tutto l’indotto.

“Ho messo a disposizione delle istituzioni locali, del sindaco di Modigliana e di quello di Tredozio, dei rappresentanti dei lavoratori e dell’azienda, il mio ruolo e tutto ciò che posso fare per contribuire a giungere ad una soluzione”, assicura il parlamentare romagnolo, fissando l’obiettivo prioritario di “continuare ad assicurare la presenza di questa industria vitale per l’intera vallata” e che negli anni ha contribuito a fare di quest’area della Romagna un punto di altissima qualità. Un lavoro che va affrontato “sapendo che il forte legame con il territorio della ‘Alpi’ consentirà di gestire questa fase difficile con la massima franchezza e con atteggiamento costruttivo da parte di tutti”.