Comunicato stampa

“Abbiamo voluto portare l’attenzione del Parlamento sulla necessità di riaprire i luoghi della cultura e dello spettacolo perché, oltre al fatto che si tratta di settori messi in ginocchio dalla pandemia, parliamo di un comparto straordinariamente importante per la vita, anche economica, del nostro Paese e delle nostre comunità”. Lo dichiara Marco Di Maio, vice-presidente del gruppo di Italia Viva alla Camera, a proposito delle parole del ministro della Cultura Dario Franceschini durante il question time.

“Il ministro Franceschini ci ha dato una risposta positiva circa l’impegno a riaprire al più presto anche questi luoghi, sulla base di precisi protocolli di sicurezza stabiliti assieme al Comitato tecnico scientifico e alle rappresentanze delle categorie interessate – prosegue il parlamentare di Forlì -. Le informazioni acquisite rendono possibile chiedere la modifica dei parametri attuali per le riaperture, portando la capienza massima consentita per gli eventi al 50% del totale, fino a un massimo di 500 posti al chiuso e di mille posti all’aperto”.

Conclude Di Maio: “Siamo convinti che presto per il mondo della cultura, del cinema, dello spettacolo dal vivo, dell’arte, dell’intrattenimento, dello spettacolo itinerante, come per molte altre categorie, sarà possibile tornare a operare. In sicurezza e a beneficio del pubblico che più che mai sente il bisogno di tornare a vivere quei luoghi”.