Movimenti positivi per il futuro di Electrolux. Arrivano dal tavolo che si è svolto ieri a Roma al ministero dello Sviluppo Economico, in cui il Governo ha mostrato disponibilità a rifinanziare la legge che prevede sgravi contributivi per le aziende che utilizzino i contratti di solidarietà. Positivo il commento del consigliere regionale Thomas Casadei, capogruppo PD in Commissione Lavoro, Formazione, Scuola, e del parlamentare forlivese Marco Di Maio, membro della Commissione Bilancio, che stanno seguendo molto da vicino l’evolversi della vicenda.
“Si tratta di un passo importante e significativo nella direzione di risolvere positivamente le tensioni che sono state generate da improvvidi annunci dell’azienda – affermano Casadei e Di Maio -, anche se non si tratta ancora dell’approdo a cui stiamo lavorando: cioè mettere in sicurezza la permanenza in Italia del Gruppo, i suoi stabilimenti e soprattutto i lavoratori e le lavoratrici, che non possono subire ulteriori riduzioni di salario”.
“Rifinanziare i contratti di solidarietà è una scelta importante e in controtendenza rispetto ai governi precedenti – fanno notare ancora Casadei e Di Maio – perchè dal 2005 non sono stati più finanziati. Sarà un decreto ministeriale a definire le modalità di accesso a questi sgravi ed è importante che non si tratti di benefici generalizzati per ciascuna azienda che ne faccia richiesta, ma siano vincolati al rispetto di parametri stringenti tra cui, ad esempio, il mantenimento dei livelli occupazionali e un piano di investimenti e di sviluppo sul territorio nazionale”.

Ufficio stampa on. Marco Di Maio