“L’offerta per l’aeroporto di Forlì dunque è arrivata: ed è seria, credibile, concreta”: così il parlamentare forlivese Marco Di Maio commenta la notizia dell’ufficiale proposta di gestione dello scalo forlivese arrivata martedì in risposta al bando emesso da Enac.

“Forse ci speravamo in pochi – ammette deputato, da sempre in prima linea nella difesa e promozione dell’aeroporto ‘Ridolfi’ -, ma tra questi c’è sempre stato anche il sindaco di Forlì, Roberto Balzani (a lungo additato come colui che voleva chiudere definitivamente lo scalo aeroportuale forlivese) senza il quale non sarebbe stato possibile arrivare a questa offerta. Perché, come si può notare, nessun romagnolo ha partecipato all’operazione e dunque se si è giunti fin qui è solo grazie alla tenacia dell’Amministrazione comunale, del suo sindaco, dei lavoratori e dei sindacati, di buona parte delle istituzioni locali e alla disponibilità di tre investitori illuminati”.

“Ora tutti devono mettersi al lavoro assieme agli imprenditori che hanno deciso di investire su Forlì e dare fiducia a questa comunità – prosegue il parlamentare romagnolo – dimostrando che il nostro territorio ha le carte in credito per attrarre investimenti e capitali; si tratta di crederci e lavorare con determinazione verso l’obiettivo”.

A cura dell’Ufficio stampa