Le lettere deliranti inviate nei giorni scorsi a molti sindaci del territorio non devono spaventarci. È probabile che dietro non ci sia alcuna organizzazione o riedizione delle Brigate Rosse, ma solo la malsana voglia di qualche spostato di creare scompiglio e caos.

E ciò è comunque molto grave, soprattutto in un periodo come questo in cui è fondamentale mantenere la calma e agire unitamente, senza accentuare divisioni e scontri.

Per questo la mia solidarietà va a tutti i sindaci destinatari di queste lettere, tra cui Gianluca Zattini, sindaco di Forlì, la mia città; ma allo stesso tempo mi auguro che venga individuato al più presto l’autore (o gli autori) di questo gesto che soffia sul fuoco delle preoccupazioni e della rabbia sociale. Unità, ora più che mai serve unità attorno alle istituzioni.