Scadono oggi i 100 giorni della campagna “Riparte il futuro”, lanciata da Don Ciotti (fondatore di Libera) e sostenuta da migliaia e migliaia di cittadini di tutto il Paese che hanno firmato la petizione. Come deputato ho aderito fin da prima della mia elezione agli impegni richiesti da “Riparte il futuro” e ho avuto l’onore di essere insignito col ‘braccialetto bianco’.
Il ritardo con cui ha fatto partire questa legislatura ha fatto slittare anche i tempi di riforma dell’articolo 416 ter del codice penale; tuttavia grazie alle pressioni che molti di noi hanno fatto, soprattutto dei colleghi che fanno parte della Commissione Giustizia alla Camera, ci sono le condizioni per approvare definitivamente il testo prima della pausa estiva.
Nei giorni scorsi in Commissione Giustizia è stato approvato all’unanimità il testo che aggiunge alle modalità dello scambio elettorale politico-mafioso anche “altre utilità”, oltre al mero passaggio di denaro. E’ fondamentale fare ogni sforzo possibile per portare il testo in aula il prima possibile e mi auguro che non ci siano ripensamenti da parte di nessuna forza politica, consentendo quindi una rapida approvaione del testo. Per parte mia, continuerò a insistere e sono convinto che tanti altri colleghi parlamentari faranno lo stesso. Il tempo dell’attesa è terminato e questo parlamento così rinnovato e così pieno di buone intenzioni, deve dimostrarlo con i fatti.