Con l’avvio dell’anno scolastico si sono diffuse voci del tutto destituite di fondamento circa la volontà di introdurre nelle scuole l’insegnamento della “teoria gender” per effetto delle norme contenute della riforma della scuola approvata in parlamento nel luglio scorso. E’ una grande falsità e per dimostrarlo qui sotto trovi il link ad una scheda che spiega come stanno le cose. Si è usato il riferimento alla legge contro la violenza sulle donne e le discriminazioni “di genere” per far passare un concetto che non esiste e spaventare i genitori sulla presunta educazione alla “desessualizzazione”. Si può essere d’accordo o meno con i contenuti della riforma e la critica può anche essere feroce; ma se la si vuole contrastare lo si faccia con altri argomenti, non paventando cose che non esistono. P
> Approfondimento: la ‘bufala’ della teoria gender | Circolare ministeriale
> Il mio comunicato stampa
> Dossier: la riforma della scuola