Grazie ad un emendamento sostenuto anche dal parlamentare forlivese Marco Di Maio, approvato in legge di stabilità un importante intervento a sostegno delle attività produttive

“Un sostegno concreto alle imprese, anche a livello locale”. E’ quello previsto dall’emendamento alla legge di stabilità approvato nel cuore della notte alla Camera e firmato anche dal parlamentare forlivese, Marco Di Maio, che abbatte i costi energetici per le aziende facenti parte di distretti produttivi.

Più nel dettaglio, l’emendamento approvato prevede che i distretti produttivi come quello del mobile imbottito nel Forlivese o quello del calzaturiero nel Cesenate, siano equiparati, per abbattimento costi del consumo energetico, alle aziende energivore della grande impresa. Ciò sarà possibile attraverso la costituzione di consorzi d’acquisto che potranno beneficiare, così, di costi più bassi. Un intervento finanziato con 7 milioni di euro iniziali e con il vincolo ad emanare il decreto attuativo da parte del Governo entro 90 giorni.

Si stima che le aziende unite in un consorzio d’acquisto avrebbero un taglio della bolletta di circa il 20%. La costituzione di un consorzio poi impedirebbe di fatto ad aziende clandestine e comunque non in regola di accedere al beneficio, che sarebbe dunque un vantaggio competitivo per le aziende che rispettano le regole ed una penalizzazione per l’economia illegale.

“E’ una azione concreta a beneficio del nostro sistema produttivo – aggiunge il deputato Marco Di Maio – che contribuisce a rendere più convincente una legge di stabilità dalla quale ci aspettavamo, nel suo impianto complessivo, più coraggio da parte del Governo”.