Approvato alla Camera il decreto aiuti, che ora tornerà al Senato per il via libera definitivo dopo la reintroduzione del tetto (voluto dal Governo Renzi ed eliminato con un blitz notturno in commissione al Senato) allo stipendio dei dirigenti della pubblica amministrazione.

>>> IL DOSSIER DI APPROFONDIMENTO
>>> IL TESTO DELLA LEGGE

La legge contiene misure per un valore complessivo di 17 miliardi di euro per il sostegno delle imprese e delle famiglie. Dopo giorni di trattative, si e’ trovata l’intesa sulla riformulazione del superbonus per l’edilizia, ma molte altre sono le novita’ introdotte: dagli insegnanti allo smart working al Copasir provvisorio. Il provvedimento da giovedi’ prossimo sara’ al vaglio della Camera dei Deputati per il via libera definitivo.

Queste alcune delle principali norme approvate dall’Assemblea di Palazzo Madama:

  • Superbonus: la responsabilita’ dei cedenti crediti fiscali scattera’ solo in presenza di dolo o colpa grave. In ogni caso, per i crediti maturati prima dell’introduzione degli obblighi di acquisizione dei visti di conformita’, delle asseverazioni e delle attestazioni richieste dalla normativa, il cedente – a condizione che sia un soggetto diverso da banche e intermediari finanziari, da societa’ appartenenti a un gruppo bancario iscritto all’albo o da imprese di assicurazione – acquisisce, ora per allora, ai fini della limitazione a favore del cessionario della responsabilita’ in solido ai soli casi di dolo e colpa grave, la documentazione richiesta.
  • Copasir ‘provvisorio’: all’inizio di ogni legislatura e fino alla nomina dei nuovi componenti del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, le relative funzioni sono esercitate da un Comitato provvisorio costituito dai membri del Comitato della precedente legislatura che siano stati rieletti in una delle Camere. Qualora il loro numero sia inferiore a sei, ovvero nel caso in cui la composizione dell’organo non rispetti la consistenza dei gruppi parlamentari, i presidenti dei due rami del Parlamento procedono all’integrazione della composizione, fino a un massimo di otto, tenendo conto della consistenza dei gruppi parlamentari e garantendo, ove possibile, la parita’ tra deputati e senatori. Il Copasir provvisorio cessa in ogni caso di esercitare le proprie funzioni decorsi venti giorni dalla votazione della fiducia al Governo.
  • Smart working: viene prorogato fino al prossimo 31 dicembre per i lavoratori fragili e per i genitori dei figli under 14.
  • Scuola: cancellata la figura del ‘docente esperto’. I docenti di ruolo che abbiano conseguito una valutazione positiva nel superamento di tre percorsi formativi consecutivi e non sovrapponibili saranno “stabilmente incentivati” (per un importo pari a 5.650 euro l’anno). Un sistema di progressione di carriera sara’ precisato in sede di contrattazione collettiva.
  • Pensioni: le somme percepite in forma di pensione “non possono essere pignorate per un ammontare corrispondente alla misura massima mensile dell’assegno sociale, aumentato della meta’”: 1.000 euro.
  • 50 mln ad associazioni sportive: istituito un fondo, con dotazione di 50 milioni di euro per l’anno 2022 per finanziare l’erogazione di contributi a fondo perduto per le associazioni e societa’ sportive dilettantistiche che gestiscono impianti sportivi, maggiormente colpite dalla crisi energetica. Una quota delle risorse, fino al 50% della dotazione complessiva, e’ destinata alle societa’ e associazioni dilettantistiche che gestiscono impianti per l’attivita’ natatoria.
  • Stabilizzazione personale Pnrr : il personale assunto dalla Pa con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato per l’attuazione del Pnrr, dal dal 1 gennaio 2027 potra’ essere stabilizzato “previo colloquio e all’esito della valutazione positiva dell’attivita’ lavorativa svolta.